S O C I E T A '   D A N T E   A L I G H I E R I   BADEN (Svizzera)

Il Comitato venne costituito l’8 Settembre 1900. Presidente l’Ing. Guglielmo Vita, Segretario, Gino Trombetta.

Nel 1903, costituito il Segretariato Operaio e aperta una scuola serale italiana per gli operai.
Nello stesso anno succede alla presidenza l’Ing. Aldo Roncaldier.
Nel 1905, Diploma di Benemerenza alla Sig,ra Jola Roncaldier.
Nel 1908, Presidente l’Ing. Luigi Clarimi e Segretario il Prof. Vincenzo Perla cui succede,
nello stesso anno, con funzioni anche di Tesoriere, Lelio Nardi-Greco.

In seguito non si hanno più notizie del Comitato, evidentemente disciolto.
Nel 1951 viene affidato a Mario Rocchi l’incarico di ricostituire il Comitato con funzioni di Reggente.
Di fatto fu successivamente formato il nuovo Consiglio Direttivo così costituito: Presidente,
il Dott. Paul Stucky, Segretario, Achille Roncoroni, Tesoriere, Annibale Moneta, Consiglieri,
Monticelli e Colombo, Revisori dei Conti, Pericciotti e Geri. L’inaugurazione avvenne nel 1952.
Tra le prime attività culturali ricordiamo un ciclo di Conferenze sulle principali Città Italiane,
serate cinematografiche e, in particolare, una Conferenza  del Dott. Arnaldo Bascone su “Roma”.

Tra le Conferenze del 1955-56 si segnalano: “Una lezione di grammatica italiana” del Prof. Mario Pensa,
“l’Arte nell’età del Risorgimento” del Prof. Valerio Mariani e “Ravenna” del Dott. Arnaldo Bascone.

Nel 1968, Segretario il Dott. A. Rohr, in sostituzione del Sig. Roncoroni.
Nel 1971, Presidente, la Prof.ssa M.R. Ehrensperger-Viellier.
È del 1975 l’invio da parte della Sede Centrale di numerosi volumi per la biblioteca del Comitato.
Ricordiamo, nel 1976, tra le altre attività, le Conferenze del Prof. Semenzato: “Caricaturisti Italiani”
e del Prof. E. Carli su “I Pittori Senesi”.

Nel 1977 è  Presidente il Sig. Antonio Ritter; serate teatrali in Lingua Italiana.
Nel 1977 viene rinnovato il Consiglio Direttivo: Antonio Ritter, Presidente, Adolf Ritter, Segretario,
Th. Kuhne, Tesoriere, Karl Huber e Paul Stucky, Consiglieri.
Aiuti al Comitato da parte della Sede Centrale, nel 1983, con l’invito a costituire Corsi di Lingua Italiana.
Un nuovo Consiglio Direttivo viene formato nel 1986. Presidente il Prof. Claudio Pegolo, Segretaria, la Prof.ssa
Edith Bonardi, Tesoriere, il Prof. Tiziano Mattiola.
Nel 1992, Conferenza del Prof. Nino D’Antonio sul tema: “Il miracolo degli incisori di Torre del Greco,
come l’umile conchiglia diventa cammeo”. Nel 1996 la Sede Centrale ha inviato al Comitato alcune copie
della pubblicazione “Giotto ad Assisi”della serie “Piccola Biblioteca d’Arte della Dante Alighieri”.

Nel 2001 fu assegnato un contributo di 2 milioni di Lire a sostegno dell’opera del Comitato cui fu
messa a disposizione anche un borsa di studio di 1.5 milioni da assegnare al più meritevole studente
dei corsi d’Italiano per un perfezionamento in Italia.

Tra le attività di quell’anno si segnala la Conferenza “L’Italia dialettale”, relatore, Biagio Mele, e la proiezione del film “Il Postino”.
Nell’Agosto del 2002 si costituisce il nuovo Consiglio Direttivo. Presidente, Biagio Mele, Vicepresidente, Tiziano Mattiola, Segretario, Umberto Di Giulio, Tesoriere, Claudio Pegolo, Consiglieri, A. Riter e L. Petruzziello. Tra le attività del 2009 ricordiamo le Conferenze “Omaggio a Napoli” di Paola Rossi, “Alle origini della Lingua Italiana” di Biagio Mele, “Esperienze di 40 anni si servizio nell’emigrazione” di Luisa Gregiz. Rappresentazione di “Bohème” con Annelies Hubler.

Nel 2014 è Presidente la Dott.ssa Paola Rossi e, dal 2015, Chiara Fastoso.
Per il corrente anno è previsto un calendario di attività in parte già svoltesi: «Le Vittime del lavoro: L’umanità sofferente nel capolavoro di Vincenzo Vela», a cura del  Prof. Gian Casper Bott; «Incontro con Dante: il conte Ugolino» a cura del Prof. Georges Güntert; concerto del cantautore Antonio Castiglione; «Cattive notizie. La retorica senza lumi dei mass media italiani» del Prof. Michele Loporcaro. Sono in programma anche visite museali e proiezioni di film italiani.

Iscriviti a La Dante Baden

Noi amiamo quello che facciamo. abbiamo bisogno di ispirazione